• Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energia solare

    photo by Gustavo Quepon
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • La terra vista dal satellite

    photo by NASA
    Read More
  • Parchi eolici

    photo by Karsten Wurth
    Read More
  • Energia elettrica

    photo by Arkady Lifshits
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la nuova proposta di legge in merito alle energie rinnovabili. Tra le più importanti novità vi sono: obbligo, da parte dell’autorità competente – la Commissione statale per la regolamentazione energetica ed idrica (DKEVR) – di comunicare, entro il 30 giugno di ogni anno, la potenza massima consentita per i progetti del settore; acquisto dell’energia prodotta da fonti rinnovabili ai prezzi fissati dalla DKEVR secondo dei contratti a lungo termine (25 anni per l’energia solare e geotermica, 15 anni per le centrali idroelettriche fino a 10 MW e tutte le altre risorse rinnovabili).
Dal 2011 alcune banche bulgare, selezionate dalla BERS, prenderanno parte al processo di valutazione dei progetti nell’ambito del PO “Competitività dell’economia bulgara”, con particolare riferimento alle imprese locali interessate ai bandi per l’efficienza energetica.

La giapponese Toshiba ha pianificato la costruzione, nei pressi della città di Yambol, di un parco solare con una potenza istallata di 250 MW per un ammontare complessivo di 37,5 milioni di euro.

La sudcoreana SDN Co. amplifica il raggio d’azione, aggiungendo un nuovo parco solare da 45 MW nell’area di Veliko Tarnovo per un investimento di circa 150 milioni di euro.
Nel 2011, l’azienda francese EDF Energie Nouvelle investirà 200 milioni di euro in 2 nuovi impianti fotovoltaici.

La statunitense Euro Solar Parks ha acquisito due terreni nel comune di Karlovo, destinati alla realizzazione di un impianto per la produzione di energia solare.
L’azienda svizzera Vetrocom, parte del gruppo Alpiq Holding, ha annunciato il potenziamento del parco eolico operante, nei pressi di Kazanlak, da 50 MW a 72,5 MW, per un investimento stimato intorno ai 36 milioni di euro.

Sul territorio del comune di Straldja, nel Sud-ovest della Bulgaria, la tedesca PNE Wind dovrà realizzare un impianto eolico di 30 turbine per una potenza di 54 MW.
Anche l’azienda IWC Bulgaria 4, controllata dal gruppo tedesco German Innovative Wind Concepts, ha programmato la costruzione di un parco eolico di 21 generatori, per un investimento totale di circa 76 milioni di euro.

Dinamo – Sliven, il produttore nazionale di parti meccaniche per l’industria automobilistica e metalmeccanica, lascia il settore dei generatori eolici per lanciarsi nella costruzione di veicoli elettrici. Anche la casa automobilistica cinese Great Wall Motor Co. intende avviare l’attività di assemblaggio di componenti per veicoli elettrici nel suo stabilimento nei pressi di Lovech, nel nord della Bulgaria.


Fonte: ICE

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo